Accesso ai servizi

Martedì, 13 Ottobre 2020

Avviso pubblico - bonus matrimonio 2020



Avviso pubblico - bonus matrimonio 2020


Il Responsabile dei Servizi Sociali e alla Persona
Rende noto



Che sono aperti i termini per la presentazione di domande volte ad ottenere il contributo relativo a
“Art. 17, della legge regionale 23 luglio 2020 n. 22 - Disposizioni a sostegno delle cerimonie derivanti dalla celebrazione di matrimoni e unioni civili”


Soggetti beneficiari del contributo
Possono presentare domanda le coppie di coniugi o di futuri coniugi con i seguenti requisiti:
- residenza in Sardegna alla data di approvazione della legge regionale 23 luglio 2020, n. 22 (la residenza deve essere posseduta da almeno uno dei futuri coniugi);
- data di celebrazione del matrimonio o dell’unione civile compresa tra il 23 luglio 2020 (data di entrata in vigore della legge n. 22/2020) e il 31 dicembre 2020;
- celebrazione del rito nel territorio della Regione (ovvero, nella fattispecie, celebrato in uno dei Comuni facenti parte dell’EX Provincia del Medio Campidano);


Criterio di assegnazione dei fondi e contributo spettante
Le coppie accedono al contributo, fino a concorrenza dei fondi pari a € 58.150,42 in totale, sulla base delle seguenti priorità, in ordine di presentazione della domanda:
1. ISEE tra € 0 e 30.000,00;
2. ISEE tra € 30.000,01 e 40.000,00;
3. ISEE maggiori di € 40.000,00.


L'ISEE dichiarato deve essere:
- l’Isee del nucleo familiare se costituitosi antecedentemente alla data del 23 luglio 2020;
- quello dato dalla somma dell'ISEE dei futuri coniugi se il matrimonio/unione civile non sono stati celebrati alla data del 23 luglio 2020;
Pertanto saranno soddisfatte, in ordine di presentazione e fino a capienza dei fondi, prima tutte le domande di cui al punto 1, in subordine le domande di cui al punto 2 e infine le domande di cui al punto 3.
I contributi vengono direttamente erogati ai beneficiari aventi diritto, dal Comune di Sanluri - Ente Gestore dell’Ambito Plus di Sanluri corrispondente al Comune capoluogo della ex Provincia del Medio Campidano, nella quale insiste il Comune in cui avrà luogo il matrimonio, ovvero tramite accredito su un Iban indicato nel modulo di domanda, previa presentazione da parte dei beneficiari delle pezze giustificative delle spese sostenute e fino a concorrenza delle stesse per l'importo massimo di 4.000 euro per cerimonia.
È possibile indicare IBAN di conti e/o carte cointestati ai due coniugi o futuri coniugi mentre non è possibile indicare un IBAN di un conto intestato a persona diversa dal richiedente.
Non sono ammessi IBAN di Libretti Postali.


Modalità e termini di presentazione delle domande
La domanda di contributo dovrà contenere il seguente contenuto:
- Nome, cognome e residenza di entrambi i coniugi/futuri coniugi;
- Autocertificazione della data e del luogo del matrimonio/unione civile;
- Ammontare del finanziamento richiesto suddiviso nelle varie tipologie di spese ammesse;
-ISEE in corso di validità modello 2020 (allegare una copia): l’Isee del nucleo familiare se costituitosi antecedentemente alla data del 23 luglio 2020; quello dato dalla somma dell'ISEE dei futuri coniugi se il matrimonio/unione civile non sono stati celebrati alla data del 23 luglio 2020;
- IBAN su cui accreditare le somme (allegare una copia);
- documenti di identità del richiedente e del coniuge/futuro coniuge;
A pena di inammissibilità, la domanda deve essere presentata entro e non oltre il 15 novembre 2020 al presente Comune di Sanluri – Ente gestore dell’Ambito Plus di Sanluri e corrispondente al Comune capoluogo della ex Provincia del Medio Campidano, nella quale insiste il Comune in cui avrà luogo il matrimonio/unione civile, ovvero, il rito dovrà avvenire in uno dei seguenti Comuni: Comuni di Arbus, Barumini, Collinas, Furtei, Genuri, Gesturi, Gonnosfanadiga, Guspini, Las Plassas, Lunamatrona, Pabillonis, Pauli Arbarei, Samassi, San Gavino Monreale, Sanluri, Sardara, Segariu, Serramanna, Serrenti, Setzu, Siddi, Tuili, Turri, Ussaramanna, Villacidro, Villamar, Villanovaforru, Villanovafranca.


La domanda di contributo potrà essere presentata al Comune di Sanluri, alla Responsabile Ufficio per La Programmazione e La Gestione dei Servizi alla Persona”:
- direttamente in busta chiusa all’Ufficio Protocollo del Comune di Sanluri in Via Carlo Felice negli orari di apertura. La busta dovrà riportare sul frontespizio i dati del richiedente e la dicitura “Richiesta di contributo “Art. 17, della legge regionale 23 luglio 2020 n. 22 - Disposizioni a sostegno delle cerimonie derivanti dalla celebrazione di matrimoni e unioni civili”;
- inviata con raccomandata A/R indirizzata al Comune di Sanluri, alla Responsabile Ufficio per La Programmazione e La Gestione dei Servizi alla Persona, Via A.R Villasanta n. 17, 09025 Sanluri. La busta dovrà riportare sul frontespizio i dati del richiedente e la dicitura “Richiesta di contributo “Art. 17, della legge regionale 23 luglio 2020 n. 22 - Disposizioni a sostegno delle cerimonie derivanti dalla celebrazione di matrimoni e unioni civili.
Nota bene: la raccomandata dovrà pervenire entro e non oltre il 15 novembre 2020;
-Trasmessa via PEC al seguente indirizzo di posta elettronica certificata protocollo@pec.comune.sanluri.su.it specificando nell’oggetto “Richiesta di contributo “Art. 17, della legge regionale 23 luglio 2020 n. 22 - Disposizioni a sostegno delle cerimonie derivanti dalla celebrazione di matrimoni e unioni civili”.


In Allegato alla presente News trovate l'Avviso Pubblico, il modulo di domanda e l'informativa sul trattamento dei dati personali.



La Responsabile dell’Ufficio per la Programmazione

e la Gestione dei Servizi alla Persona
Luisa Angela Pittau



Documenti allegati: